INFORMAZIONI POLITICHE ITALIANE

INFORMAZIONI POLITICHE ITALIANE

Aiuta la nostra causa

Il tuo supporto e i tuoi contributi ci permetteranno di raggiungere i nostri obiettivi sull'equilibrio e progresso definitivo dell'Italia. La tua generosa donazione finanzierà l'azione politica per la candidatura dei nostri candidati per la realizzazione del nostro Progetto Politico Nazionale.

Paga con PayPal o carta di debito/credito

OGGI 11 FEBBRAIO 2019 PRESENTO IL 

"PROGETTO RESET" DEL MOVIMENTO PER L'ITALIA. 


Tantissime persone chiedono per messaggeria privata di conoscere con quali fondi sarà attuato il Progetto Politico Nazionale del Movimento per l'Italia.

Ed invero, il progetto che sottende alla realizzazione del progetto politico nazionale si chiama

 "PROGETTO RESET" che prevede una nuova finanza ed economia italiana e saranno coinvolte le banche. Prevede anche un nuovo sistema tributario per il resetto del debito pubblico nazionale italiano il quale ha raggiunto un nuovo record di 2.435 miliardi di euro come ha pubblicato Bankitalia, per il resetto del numero elevato dei dissocuppati italiani oltre il 34 %,  per il resetto del numero elevato dei poverissimi ovverosia oltre 5 milioni di italiani. Il nuovo sistema tributario non descritto nel progetto politico nazionale prevede un sistema contributivo in funzione della capacità reddituale e patrimoniale e si basa anche mediante una scheda personalizzata per delineare la capacità contributiva. Le banche presenti nel territorio italiano saranno coinvolte. Per farvi un esempio, Il pagamento delle tasse con il nuovo sistema tributario sarà effettuato anche da parte dei venditori di droghe rappresentando il loro commercio, solo in Calabria, alcuni punti percentuale del prodotto interno lordo dell'intera nazione, quindi miliardi di euro. Per continuare con l'esempio, con il nuovo sistema tributario e finanziario tutti coloro che svolgono attività illegale come le meretrici per strada saranno coinvolti al pagamemto a differenza del tempo odierno e il loro reddito rappresenta altri punti percentuali del pil italiano, altri milioni di euro. Non posso descrivere oltre.


Il Coordinatore e Co-fondatore del

MOVIMENTO PER L'ITALIA

image2

Movimento Per L'Italia

image3

MOVIMENTO PER L'ITALIA PER LA LIBERTÀ, L'UGUAGLIANZA E I DIRITTI

Il Movimento per l'Italia è un'organizzazione politica nata per equilibrare definitivamente lo Stato Italiano. Di recente istituzione, sono oltre 1600 persone coloro che hanno già espresso pubblicamente il loro favore, - e abbiamo dati molto superiori per coloro che non hanno espresso pubblicamente, - per il Movimento per l' Italia e naturalmente per il proprio progetto politico nazionale.





Progetto Politico Nazionale


• Reddito mensile di  800 € al mese a vita per tutte le mamme d'Italia quali vere lavoratrici;

• Sussidio per lo studente di 200 € al mese fino al termine del corso di studio;

• Sussidio per il disoccupato di 500 € al mese fino all'occupazione indicata dall'ufficio del lavoro. Qualora si tratti di coppie senza figli, entrambi i coniugi percepiranno 500 € al mese. Nel caso di nuclei con figli, sarà aumentato proporzionalmente al numero dei componenti. Nel caso di rifiuto del lavoro offerto, in tal caso sarà annullato il sussidio;

• Aumento a 1000 € le pensioni per invalidi e pensionati minimi;

• Pensionamento per le donne a 60 anni e per gli uomini a 63 anni a prescindere dalla contribuzione versata;

• Iva rapportata alla capacità contributiva. Il povero paga meno iva rispetto al ricco per l'acquisto dello stesso bene;

• Redistribuzione del reddito dai ricchissimi alle fasce deboli;

• Spesa libera integrativa e discrezionale contributiva anche di pochi centesimi sulla spesa alimentare, ecc.;

• Eliminazione dell'Equitalia e dei relativi crediti. Istituzione di un nuovo ente di riscossione collegato ai contratti. Chi avrà nuovi debiti non potrà intestare nemmeno una scheda telefonica o un'auto;

• Controllo dei prezzi al consumo con incentivi e agevolazioni alle imprese che riducono del 50% il prezzo dei prodotti e servizi;

• Istituzione dell'Ente Nazionale per il controllo dei prezzi capace di irrogare pesanti sanzioni a chi viola;

• Riduzione del 50% dei premi di assicurazione R.C.A.;

• Riduzione del 50% dei pedaggi autostradali;

• Gestione di tutte le strade italiane mediante Regioni, Province e Comuni;

• Riduzione delle pensioni d'oro in due fasce da 7000 euro per i vertici nelle funzioni pubbliche politiche e 5000 euro per i vertici nelle funzioni pubbliche non poitiche;

• Istituzione della Banca Statale Nazionale abilitata a tutti i servizi con apertura delle filiali in tutta Italia;

• Creazione di nuove aziende statali: Azienda E-Commerce Statale per la vendita nazionale e internazionale di prodotti e servizi italiani; Motore di ricerca statale con valenza internazionale; Aziende statali informatiche con valenza internazionale, eccetera;

• Trasformazione di tutti i contratti a termine di lavoro in contratti a tempo indeterminato statali con incentivi per le aziende private per le trasformazioni nei contratti indeterminati;

• Libera concorrenza su tutti i settori e liberalizzazione di tutti settori comprese le farmacie e il gioco;

• Sblocco di tutti finanziamenti per comuni, province regioni bloccati dal governo 5 stelle e lega nord fino al 2022;

• Incentivi e agevolazioni per acquisto casa, magazzini,terreni agricoli e non;

• Istituzione di un nuovo Ente per la ristrutturazione e il controllo delle infrastrutture e degli immobili pubblici (ponti, strade, scuole, ecc.)

• Zero vitalizi per i politici senza alcuna carica istituzionale e senza aver ricoperto posti politici di vertice;

• Rivoluzione del sistema giudiziario civile e penale per processo a prove;

• Pene pesanti per i componenti delle forze dell'ordine che dichiarano il falso con il licenziamento;

• Pene concrete per i magistrati che violano la Costituzione e le norme di diritto;

• Abrogazione della precedente depenalizzazione e reintroduzione dei reati: ingiuria, minaccia, danneggiamento, ecc.

• Istituzione della pena della castrazione per i pedofili o applicazione di pena equipollente;

• Indulto di anni 4 per i condannati;

• Istituzione dell'Ente Nazionale Garante della Libertà, dei Diritti e dell'Uguaglianza;

• Istituzione del limitatore di velocità collegato ai segnali di prescrizione;

• Istituzione della produzione e vendita 100 per l'esenzione tasse nel semestre di riferimento per le aziende;

• Istituzione del consumo 100 per le famiglie e le aziende per l'esenzione tasse nel semestre di riferimento;

• Esenzione discrezionale dal lavoro da parte delle donne tre mesi prima e tre mesi dopo rispetto al parto e il mese primo e il mese dopo dalla gravidanza a carico dello Stato Italiano;

• Assunzione allo Stato Italiano della spesa degli asili nido e dei libri per le scuole medie. 

• Rispedizione degli stranieri delinquenti a loro paese di origine con l'esamina di tutti gli stranieri non europei presenti nel territorio;

• Referendum popolare per l'immigrazione dei cittadini non europei;

• Referendum popolare per l'avvento della Lira Digitale con precedente modifica delle regole che ne vietono l'istituzione;

• Istituzione dell'Ospedale Completo.


11/01/2019,

MOVIMENTO PER L'ITALIA



MOvimento Per L'Italia

Regressione economica dell'Italia - data 03/02/2019

image4

Istat: Italia in recessione tecnica. Pil -0,2% nel quarto trimestre 2018.


L'economia italiana nel quarto trimestre 2018 ha registrato una contrazione dello 0,2%. È quanto comunica l'Istat in base ai dati provvisori e si tratta del secondo trimestre consecutivo di calo dopo il -0,1% del periodo luglio-settembre. Così l'Italia è entrata in recessione tecnica. Su base tendenziale il Pil è invece aumentato dello 0,1%. La variazione acquisita per il 2019 è stimata da Istat pari a -0,2%. «

Nel 2018 il prodotto interno lordo corretto per gli effetti di calendario è aumentato dello 0,8%. Per l’istituto la variazione annua del Pil stimata sui dati trimestrali grezzi è invece pari all'1% (nel 2018 vi sono state tre giornate lavorative in più rispetto al 2017). L'Istat sottolinea che i risultati dei conti nazionali annuali per il 2018 saranno diffusi il prossimo primo marzo, mentre quelli trimestrali coerenti con i nuovi dati annuali verranno presentati il 5 marzo.

Reddito di cittadinanza

image5

Non sappiamo quali saranno gli effetti sull’occupazione, né se a beneficiarne saranno in larga parte famiglie realmente in difficoltà o i soliti evasori a reddito zero con auto di lusso in garage. Furbetti di cui purtroppo è pieno il nostro Paese, se pensiamo che il mancato gettito fiscale in Italia è di 38 miliardi di euro l’anno, esperti a mentire anche alle statistiche.

Non c’è alcun dubbio che si tratti, nel suo intento, di un “meccanismo di inclusione sociale gestito non tanto bene”, come lo ha definito il premier Giuseppe Conte. Ed è sicuramente un provvedimento che una parte della sinistra potrebbe sentire nelle sue corde, poiché si rivolge a una fascia della popolazione che vive sulla soglia della povertà. Tuttavia, non si può negare che sia una misura di breve respiro che costa allo Stato 8 miliardi di euro e il cui esito è imprevedibile, considerando l'eccessivo debito pubblico e i nuovi mezzi per pagarlo a carico di molti cittadini, anche poveri. L’auspicio è che funzioni, perché fa male vivere in un Paese con un tasso di disoccupazione giovanile che sfiora il 32%.

ECOTASSA: MEGLIO TASSARE LE INDUSTRIE CHE HANNO FABBRICATO AUTO INQUINANTI

image6

Cosa dire, una vera strage!

Tra pochi giorni molte persone dovranno pagare questa nuova tassa. Una bella batosta.  Noi crediamo che il governo attuale abbia sbagliato a tassare i cittadini italiani con una nuova tassa che riteniamo molto pesante nel periodo di recessione economica. Sarebbe stato meglio se il governo avesse tassato le aziende costruttrici di auto responsabili della produzione di auto molto inquinanti lasciando perdere i poveri cittadini italiani.

DOVE SI PRENDONO I SOLDI PER REALIZZARE IL NOSTRO PROGETTO POLITICO DEL MOVIMENTO PER L'ITALIA

image7

Il dott. Martino ci ha palesato pubblicamente, a differenza di tanti altri poiché mediante l'uso di messaggeria privata, che il nostro progetto politico è bellissimo. Sinceramente, ricevere un  apprezzamento da un dottore in scienze politiche non fa altro che farci sentire soddisfatti perché abbiamo centrato i bisogni della gente.  Contestualmente lo stesso dottore ci ha chiesto: ma i soldi dove si prendono?

In effetti per realizzare un progetto del genere ci vogliono i soldi.

Tutti i precedenti governi come anche quello attuale hanno reperito i soldi aumentando il debito pubblico, inserendo anche le mani nelle tasche degli italiani con nuove tasse e aumentando anche quelle esistenti. Ho sempre detto perché mai dovremmo attingere sempre i soldi inserendo le mani nelle tasche degli italiani magari anche attuando sfortunatamente qualche politica scorretta il cui rapporto beneficio/svantaggio sarebbe più per l'inconveniente che per il guadagno. 

Detto quanto sopra e completando, il nostro progetto si realizzerà senza mettere le mani nelle tasche degli italiani. Ci eleggerete anche per gli altri mandati politici se così sarà e ci acclamerete in piazza pubblica! Inizierà realmente la Repubblica Democratica italiana e i pochi gruppi distruttivi e illusivi della popolazione di massa italiana, avranno fine!

Reddito di cittadinanza

image8

Dare soldi pubblici a chi non fa nulla affinché possa permettersi comunque di comprare telefonini, moto e auto, quindi consentire alle industrie di fare fatturato e portare avanti così l'economia, ciò è una musica che non suona bene.


Oltre a progettare un mondo orrendo nel quale l'essere umano è degradato ad acquirente sussidiato dallo Stato ad alte cifre preferendo in luogo di altre da lavoro, infatti difficilmente lo stato italiano potrà piazzare i numerosi disoccupati e quest'ultimi difficilmente accetteranno lavori registrati a retribuzione pari quanto al reddito di cittadinanza, e dove secondo alcuni economisti l'occupazione si realizzerebbe nel 2050, ci si pone la domanda: ma i soldi da dove vengono? È chiaro che non tutto può giungere dalle tasse e molti soldi inevitabilmente finirebbero alle aziende straniere che vendono qui. L' unica via di uscita sarebbe stampare nuova moneta come se non ci fosse un domani e fare spendere allo Stato più di quanto incassa: cioè alta inflazione e debito pubblico fuori da ogni controllo, ricetta che porta dritta alla crisi come è successa all'America meridionale.


I cinque stelle dovrebbero preoccuparsi della piattaforma Rousseau, attorno alla quale gira l'intero universo grillino. Ha scoperto l' agenzia AdnKronos che nell' ultimo mese ha ricevuto dai propri benefattori appena 3.111 euro. Un trend che, se dovesse confermarsi per tutto il 2019, porterebbe nelle casse di Rousseau appena 37mila euro, contro i 634.151 raccolti nell'ultimo anno. Quindi crisi del partito in corso.

Tag: Italia, Informazioni, Roma

Altre informazioni

Decreto Dignità del Governo del Non Cambiamento

I primi frutti del decreto dignità sono il licenziamento di 400 dipendenti dell'azienda del gruppo Abramo di Crotone in Calabria che gestisce un call center. L'azienda ha preferito licenziare i dipendenti a posto di riassumere per altro tempo non superando il tempo massimo di 24 mesi stabilito dal decreto dignità per i quali il datore avrebbe dovuto assumere a tempo indeterminato. I dirigenti del gruppo spiegano che assumere a tempo indeterminato 400 dipedenti sarebbe stato un costo oltre i limiti di spesa dell'azienda con il rischio di fallimento.  Meglio assumere nuova gente anziché rinnovare ai soliti dipendenti. 

I nuovi assunti impareranno il mestiere come i precedenti lavoratori.

image9

FABIO BUONOFIGLIO, GIORNALISTA DI CORIGLIANO ROSSANO? È UN CONDANNATO DIFFAMATORE

CONDANNATO, QUERELATO PIÙ VOLTE, CI CHIEDIAMO SE ESERCITERÀ LA PROFESSIONE DI GIORNALISTA PROFESSIONISTA ABUSIVAMENTE.

IL PENULTIMO PROCESSO PENALE IN CORSO PER ACCUSE ILLEGALI CONTRO L'EX SINDACO GERACI .  OGGI È GRAVATO DI NUMEROSI ESPOSTI DA PARTE DEL NOSTRO COORDINATORE.  IL BUONOFIGLIO DOVREBBE PREOCCUPARSI DEI SUOI PROCESSI, DI LEGGERE L'ESEGESI DEL MOVIMENTO PER L'ITALIA E CONSEGUIRE IL TITOLO DI GIORNALISTA PROFESSIONISTA.  PURTROPPO INDISTURBATO CONTINUA.


TAG: ROMA, INFORMAZIONI, NOTIZIE, CORIGLIANO ROSSANO TV, CORIGLIANO CALABRO, ROSSANO CALABRO

ItaliaTelevisione.it

LA DITTATURA GIUDIZIARIA COME UN GRANDE BUCO NERO RISUCCHIERÀ TUTTI COLORO CHE INTRACCERANNO IL SUO CAMMINO.

Altre informazioni

Iscriviti